top of page

Legamento Crociato Anteriore

Rottura del Legamento Crociato Anteriore (LCA):

- Sensazione di instabilità

 

- Movimento anomalo della tibia, che scivola in avanti rispetto al femore

PRINCIPI DELL'INTERVENTO:

PRELIEVO DEI TENDINI I QUALI SARANNO UTILIZZATI  PER LA RICOSTRUZIONE DEL CROCIATO CON TECNICA ARTROSCOPICA

Scelta del trapianto:

- Ischiocrurali: Gracile + Semitendinoso (2 tendini), solo semitendinoso (1 solo tendine)

 

- Tendine Rotuleo: Kenneth-Jones

 

- Tendine quadricipitale

 

- Fascia Lata: McFL

 

Tutte le tecniche sono efficaci. 

Chirurgia personalizzata

Scelta della tecnica secondo i vostri bisogni

 

Strategia privilegiata dal Dr. Luciano: utilizzo dei 2 ischio-crurali (Gracile + Semitendinoso)

 

- Basso tasso di complicanze del sito di prelievo

 

-  Larga superficie di contatto tra il tendine trapiantato e l'osso.

 

- Il tendine Rotuleo ed il Tendine Quadricipitale sono molto utili in caso di rottura del nuivo crociato perchè consentono un apporto di osso, per questo meglio risparmiarli in un primo intervento di ricostruzione.

Controllo del dolore ottimizzato

- Iniezione di anestetici ed antidolorifici direttamente nei muscoli e nei tendini , durante l'intervento, al fine di evitare un risveglio post-operatorio doloroso.

 

- Crioterapia

Ottimizzazione dell'intervento

Associare alla ricostruzione dell'LCA anche la ricostruzione del Legamento Antero-Laterale con la fascia lata

Ciò determina:

 

- Migliore stabilità del ginocchio ( cotrollo delle rotazioni)

 

- Effetto protettivo: diminuzione del rischio di rirottura dal 5% al 25 %

 

Diagnosi e sutura delle RADICI meniscali:

 

- Diagnosi: per andare a ricercare tale lesione è neccessario allungare leggermente il tempi di chirurgia, in quanto tale lesione spesso non viene riconosciuta alla RMN

- Sutura meniscale: migliora la stabilità e la longevità del ginocchio

bottom of page